venerdì 1 settembre 2017

LA LOCALIZZAZIONE E LA GESTIONE DI UNA BARCA DAL TELEFONINO, I TRACKER

- Introduzione

Sapere dove sta la propria barca ed essere in grado di monitorare l'uso che se ne sta facendo, e' la preoccupazione primaria di ogni armatore che concede in locazione il suo "gioiello".

I primi sistemi di tracciamento e localizzazione nascono dalle necessita'  di antifurto in campo automobilistico, soprattutto nelle macchine di alta gamma.
Le tecnologie ormai consolidate sono il posizionamento satellitare tramite il sistema GPS ed il controllo tramite la rete telefonica  GSM.
La possibilita' di individuare la posizione fisica su una mappa geografica in modo immediato, con semplici comandi,  grazie ai servizi offerti dalla rete internet, in particolare a Google Maps, rendono fruibili e comprensibili per  chiunque i risultati delle, pur complesse,  elaborazioni di georeferenziazione necessarie a "fare il punto"  di dove sta il nostro mezzo: non dimentichiamo che i GPS forniscono esclusivamente una coppia di coordinate.

Naturalmente l'appetito vien mangiando... visto cha a bordo abbiamo un apparato con il quale possiamo comunicare via telefono, perche' non provare a fargli fare qualche cosa di piu' per avere qualche informazione anche sulla gestione della barca o su qualche elemento critico che potrebbe generare un allarme? 
In effetti oggi esistono sul mercato diversi dispositivi con crescenti capacita' di monitoraggio e gestione e, ovviamente, diversi costi. Nel prossimo paragrafo vedremo di cosa si tratta.
 - I tracker
La gestione di base di un sistema di tracciamento si basa sull'interrogazione di un dispositivo posto a bordo del mezzo, via chiamata telefonica, da un numero opportunamente autorizzato.
Il dispositivo, denominato "tracker",  risponde alla chiamata con un SMS contenente tutti i dati che e' possibile ottenere dal sistema GPS: posizione geografica, velocita', rotta .
La gran parte dei dispositivi e' in grado di generare autonomamente allarmi (sempre sotto forma di messaggi SMS) in caso di eventi particolari   legati al movimento della barca, quali superamento di una velocita' impostata o uscita da un perimetro geografico definito (anche solo il porto di ormeggio). 

Queste, in sostanza, sono le prestazioni ottenibili dai dispositivi piu' semplici, del costo di poche decine di Euro e delle dimensioni poco piu' grandi di un pacchetto di fiammiferi. La loro istallazione e' immediata, hanno una fonte di energia autonoma anche se e' molto consigliabile collegarli alla batteria di bordo; di fatto basta collegare due fili.

Qualcosa in piu' si ottiene da dispostivi leggermente piu' evoluti, che hanno una possibilita' di semplici collegamenti fisici con alcuni sensori o interruttori della barca.
Ad esempio e' possibile collegarli alla batteria per conoscerne, sempre tramite SMS,  lo stato di carica, oppure al blocchetto di accensione per spegnere il motore, o all'interruttore automatico della pompa di sentina per essere informati della presenza dell'acqua.
Il costo di questi apparati va dai 70 ai 200-300 Euro, il loro montaggio, tutto sommato non e' complicatissimo, ma richiede un minimo di attenzione nel creare cablaggi solidi e sicuri.

 Al "top" della gamma ci sono dei tracker che sono delle vere e proprie centrali di controllo e monitoraggio degli impianti di bordo e, in particolare del motore.
 - Un tracker evoluto
Questi dispositivi consentono di conoscere in ogni momento, oltre alla posizione della barca, anche i principali dati relativi  alla conduzione della stessa: il numero di giri del motore, la temperatura del liquidi di raffreddamento, la pressione dell'olio, le ore effetive di moto totali e e parziali, la tensione delle batterie e dell'alternatore, e tutti i valori massimi raggiunti.
I valori massimi raggiunti vengono registrati per ogni crociera e sara' cosi' possibile sapere con esattezza come e' stata trattata la nostra barca e se richiede attenzioni e manutenzione (in caso, ad esempio, di forti surriscaldamenti legati a blocchi del  raffreddamento o ad un uso del motore a regimi inapprorpiati)
Come accennato, si tratta di un sistema piu' complesso, il cui costo si aggira sugli 800-1000 euro   e va collegato anche a divesri sensori presenti sul motore.
Un esempio e' il seguente:


L'apparato in oggetto dispone di una rete WIFI integrata e  puo' essere gestito e configurato localmente anche tramite una applicazione Android. 

Poi, quando la barca e' lontana, gestisce le comunicazioni con la consueta tecnica chiamata-SMS-SMS di allarme ed e' possibile geolocalizzare la barca, vedere i dati del motore e, alla fine della crociera, registrare i valori massimi raggiunti, le ore motore etc.

 L'apparato e' naturalmente piu' complesso di quelli visti in precedenza.  Vanno realizzati i collegamenti con il motore, in un ambiente non sempre di facile accesso, i cavi devono essere ben fissati con le apposite fascette e protetti con apposite calze.
Inoltre dovra' certamente eseguita una procedura di taratura per "informarlo" del tipo di strumenti istallati a bordo che possono variare da barca a barca.
E'  importante. percio', verificare, che a corredo  del sistema vi sia una chiara documentazione della procedura da seguire.

I risultati che si ottengono da questo tipo di sistema sono assai interessanti: gli utenti sono indotti a tenere un comportamento corretto, mantendosi nei limiti suggeriti dall'armatore. Questo puo' aiutare lo skipper segnalando anomalie che possono sfuggire (batterie in via di esaurmento, surriscaldamenti dovuti, nagari, ad una busta nell'elica etc. etc.).
La Skipper  Tech utilizza da 3 anni questo sistema, peraltro evolutosi nel tempo, sulle sue barche e, visti i risultasti soddisfacenti, si e' resa disponibile, tramite il suo staff tecnico, a diffonderlo, commercializzarlo e supportarlo in tutti gli aspetti.
Per ulteriori  informazioni contattare:  gm@skippertech.it
Link per l'acquisto: https://www.ebay.it/itm/Tracker-evoluto-per-controllo-remoto-di-barche-e-motori/263570965523?hash=item3d5e0dc413:g:ztAAAOSwOyJauSsh






Tracker , sistemi di monitoraggio e di controllo , GPS , GSM , antifurto barche a vela , 
localizzazione barche, geolocalizzazione